Redazione

Accumoli: il 10 luglio appuntamento ciclistico con la prima Randonnée

Le iniziative promosse dalle associazioni accumolesi Radici Accumolesi odv e Accumoli in Marcia A.R.C.S.D. in collaborazione con la locale Pro Loco proseguono a ritmo serrato.

Lo scorso 17 giugno si è svolto presso l’azienda agricola Rendina in località San Pancrazio di Accumoli, l’atteso incontro sul tema “Agricoltura Etica nel rispetto del territorio e della comunità“.

L’appuntamento è inserito all’interno del progetto Accumoli 2030, ideato dall’Associazione Radici Accumolesi e finanziato dalla Regione Lazio. Il progetto vede la sua realizzazione attraverso il coinvolgimento attivo del Comune di Accumoli, dell’Università di Krems, del Centro di Educazione

Ambientale Casale SHERPA, delle associazioni locali, degli istituti scolastici oltre che delle aziende agricole presenti nel territorio.

Dopo l’introduzione di Renzo Colucci, presidente dell’Associazione Radici Accumolesi c’è stata la partecipazione di Federica Rosato presidente della Cooperativa sociale ARIA (Agricoltura Responsabile per l’Integrazione e l’Ambiente). Il confronto, proficuo e costruttivo, ha rappresentato un’occasione di crescita per le imprese agricole di Accumoli, aprendo anche la possibilità a future collaborazioni commerciali per la vendita dei loro prodotti.

“Al fine di rafforzare ulteriormente questa collaborazione e promuovere le risorse naturalistiche, storiche culturali ed enogastronomiche presenti nel comune di Accumoli -spiegano gli organizzatori- è stato programmato nel prossimo autunno, un incontro a Roma, presso la sede della cooperativa ARIA, ove verranno presentati e degustati i prodotti locali. L’incontro verrà riservato ai rappresentanti dei Gruppi di Acquisto Solidale della città di Roma”.

Intanto domenica 10 luglio, l’associazione Accumoli in Marcia A.R.C.S.D., in collaborazione con l’Arsial Regione Lazio, l’ARI e l’Uisp, organizza la prima Randonnée di Accumoli, inserita nel circuito ARI, su una distanza di 200 chilometri abbracciando, oltre ad Accumoli, numerosi comuni e località delle quattro regioni colpite dal sisma del 2016: Arquata del Tronto, Norcia, Campi, Preci, Cerreto di Spoleto, Cascia, Monteleone di Spoleto, Leonessa, Posta, Borbona, Montereale, Amatrice e di nuovo Accumoli. I ciclisti avranno la possibilità di ammirare le innumerevoli bellezze del territorio e attraversare la piana di Castelluccio nel pieno della fioritura. Ai partecipanti ed agli ospiti intervenuti saranno offerti un piatto di Gricia e prodotti locali.

Per le iscrizioni: https://www.audaxitalia.itwww.accumoliinmarcia.it

Photo by Christian Chrome on Unsplash

Dall’8 luglio cinema sul bus grazie a Cotral e Regione Lazio

Paolo Calabresi, Massimo Wertmuller, Massimo Ghini, Massimiliano Bruno, Laura Delli Colli, Maurizio Di Rienzo: sono solo alcuni degli ospiti di Cinema Cotral, rassegna cinematografica che si terrà nelle piazze dei Comuni in provincia di Rieti a partire dal prossimo 8 luglio e fino al 6 agosto, nei giorni di venerdì e sabato.

L’iniziativa, che mette insieme Regione Lazio e Cotral, porterà un bus allestito con proiettore e schermo in 10 Comuni della regione che non hanno sale cinematografiche per la proiezione di un film in una piazza identificata dal singolo Comune. Le località sono state selezionate nella provincia di Rieti e precisamente tra i Comuni colpiti dal terremoto del 2016 tra i quali Amatrice, Cittareale, Posta, Cittaducale, Antrodoco.

«Il cinema è parte fondamentale della nostra cultura e della nostra identità – commenta il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – come elemento indispensabile per la vita del nostro territorio e questa rassegna cinematografica va proprio in questa direzione».

Il bus sarà allestito anche con una pubblicità in decodinamica integrale con una creatività dedicata all’evento, la stessa della precedente edizione. Le serate dedicate all’evento saranno 10 e saranno per cinque settimane consecutive, il venerdì e il sabato sera alle ore 21.

L’Associazione Succede in Sabina, selezionata per la realizzazione della rassegna, ha proposto un percorso dedicato alla commedia, principalmente italiana, con pellicole che hanno fatto la storia del genere e film più recenti. La lista dei titoli è consultabile sulla locandina realizzata per l’occasione e terrà conto di quelli che non sono presenti nei cataloghi delle piattaforme online per riscoprire film importanti insieme a nuove proposte. Tutte le proiezioni saranno accompagnate dalla presenza qualificata di protagonisti (artisti e tecnici) delle pellicole recenti presentati da un giornalista professionista e, nel caso dei film più datati, da critici di livello nazionale.

Per dare completezza alla rassegna il tema della commedia sarà affrontato sotto diversi punti di vista, in modo da consentire anche lo spostamento tra Comuni limitrofi per assistere a diverse proiezioni.

Oggi ad Amatrice il Congresso della Uil di Rieti e della Sabina romana

«Si svolgerà martedì 28 giugno 2022, presso l’Auditorium della Laga di Amatrice, il primo congresso territoriale della Uil di Rieti e della Sabina romana»: lo fa sapere in una nota il sindacato di viale Matteucci.

«Siamo arrivati al primo appuntamento congressuale – prosegue la nota – dopo anni di lavoro e battaglie al fianco di lavoratrici e lavoratori e dopo la riorganizzazione territoriale che ha esteso il nostro raggio di azione alla Sabina romana. Abbiamo scelto Amatrice – dice il segretario Alberto Paolucci – perché questo posto martoriato dal sisma è nel nostro cuore. Cerchiamo di tenere i riflettori accesi su questo paese fin quando la ricostruzione sarà ultimata, perché la rinascita di Amatrice è la rinascita di tutto il territorio reatino».

«Il congresso è un momento in cui si fanno bilanci e si fissano gli obiettivi per il futuro – conclude Paolucci – domani ad Amatrice, sarà presente il segretario generale Pierpaolo Bombardieri, la segreteria regionale Uil Lazio con il suo segretario Alberto Civica, le delegate e i delegati e tanti simpatizzanti che condividono la nostra azione e le nostre battaglie sindacali. Durante la mattinata è previsto un momento di raccoglimento presso il monumento dei caduti del sisma, con la deposizione di una corona di fiori da parte del segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri».

Cibo, energia, risorse: il 2 luglio ad Amatrice il Forum delle Comunità Laudato si’

Prima la pandemia e poi le dolorose conseguenze della guerra hanno fatto emergere con forza il tema di fondo dell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco. Che “tutto è connesso” ormai è chiaro nelle cose immediate e quotidiane: il cibo, l’energia, le risorse. Lo si percepisce nell’aumento dei costi, che pesa a volte drammaticamente sulle tasche dei cittadini e sui bilanci delle imprese; lo si verifica dalla scarsità delle materie prime che blocca l’industria e rallenta i cantieri; lo si avverte nel crescente pericolo di una crisi umanitaria di livello globale.

Durante il periodo più duro del Covid abbiamo sperimentato quanto sia fragile il sistema del commercio mondiale. Abbiamo visto i container con le merci fermi nei porti e impossibilitati a partire e i cittadini svuotare i supermercati per paura di rimanere senza provviste.

Ora la guerra può gettare nella crisi alimentare i Paesi che maggiormente dipendono dalle esportazioni di grano dall’Ucraina, e costringe ogni nazione a misurare la propria dipendenza energetica dall’estero, a valutare nuove strategie di risparmio, efficienza e approvvigionamento.
Di tutti questi argomenti e di come operare “nel piccolo” per rispondere al mondo che cambia, si parlerà il 2 e 3 luglio al Forum delle Comunità Laudato si’. Una due giorni tra Amatrice e Rieti che vedrà ritrovarsi gli attivisti di questa particolare realtà di azione e pensiero, nata su impulso del vescovo Domenico Pompili, e del fondatore di Slow Food Carlo Petrini, per dare sostanza alle intuizioni dell’enciclica sociale di papa Francesco.

Aperto a tutti l’appuntamento ad Amatrice nel pomeriggio del sabato alle 16. L’Auditorium della Laga ospiterà un incontro pubblico che, dopo il saluto del vescovo Domenico, vedrà svolgersi un “Dialogo sulla transizione ecologica: cibo, energia e risorse naturali” moderato dal direttore della rivista «Vita», Stefano Arduini. A discutere il tema saranno Gaël Giraud, economista francese e docente alla Georgetown University di Washington, il fondatore di Slow Food Carlo Petrini, e tre rappresentanti della Comunità Energetica Rinnovabile di Magliano Alpi: Marco Bailo, sindaco del paese e presidente, Sergio Olivero e Luca Barbero. All’incontro sono invitati anche quanti vogliono avvicinarsi alle Comunità Laudato si’ e gli amministratori che intendono approfondire il tema delle comunità energetiche.

L’appuntamento di domenica 3 luglio si svolgerà invece a Rieti e sarà un momento di coordinamento tra le Comunità Laudato si’, pensato come restituzione dei lavori degli incontri telematici svolti durante l’anno e come momento aperto di discussione e dibattito.

Graduatoria Sae, pronto il primo elenco

Il Comune di Amatrice ha reso nota la graduatoria per le nuove assegnazioni Sae.
«Si tratta unicamente di un primo step.  Non appena si libereranno le altre Sae – ha dichiarato in una nota l’amministrazione – procederemo a comunicare le nuove assegnazioni. Per noi si tratta di un importante passo in avanti. Nel segno di un metodo trasparente e oggettivo».
«È un lavoro – continua la nota – che parte da lontano e che ci ha visti impegnati nella definizione e divulgazione di un Regolamento che ha tenuto conto dell’ultima Ordinanza della Protezione Civile, quella di maggio 2021, e nello stesso tempo, ha considerato le nuove esigenze che si sono venute a creare a 6 anni dal sisma. Il tema Sae ha sempre rappresentato per la comunità amatriciana, un argomento sensibile, delicato, che abbiamo voluto iniziare a risolvere una volta per tutte».
«Una prima graduatoria – conclude la nota – di fronte alle oltre 300 istanze pervenute, ma che dimostra la bontà e la qualità del Regolamento stesso. L’obiettivo di questa amministrazione è normare, disciplinare tutte le materie che fino ad oggi non hanno avuto risposte chiare, trasparenti, capaci di tutelare e rispettare il diritto dei cittadini».

A Leonessa torna il Palio del Velluto

Ritorna in questo fine settimana il Palio del Velluto. A partire da venerdì 24 giugno Leonessa offrirà agli ospiti che la visiteranno il rituale suo fascino. Dopo un primo assaggio di atmosfera storica con la Giostra dei Tamburi svoltasi sabato scorso il bel borgo di Leonessa aprirà le sue porte ad una tradizione che affonda le sue radici nel tempo e che per 118 edizioni ha stimolato l’antagonismo fra gli abitanti dei sei sesti.

Leonessa si calerà nel 1541 e tra i suoi Sesti, tornerà a ribollire la passione per la conquista del Palio; così anche quest’anno i Sesti di Corno, di Forcamelone, di Poggio, di Croce, di Terzone e di Torre si sfideranno nei caratteristici giochi storici per la conquista dell’ambito pallium. Intorno a queste divertenti e spettacolari gare, prenderanno vita eventi che rappresentano un vero e proprio tuffo nel passato, come l’investitura dei cavalieri e la consegna della chiave della città al capitano del Popolo o  il mercatino storico in costume . Quest’anno ci sarà la novità di MANDUCANDO  , un percorso gastronomico in stile rinascimentale che offrirà la possibilità di gustare un intero menù in sei portate distribuite nel centro storico in sei postazioni e di visitare nel contempo il borgo anche con approfondimenti grazie a numerose visite guidate , o di assistere alle gare ai cortei storici o agli spettacoli

Fra i momenti più attesi i tradizionali cortei suddivisi in piu’ momenti, quello delle corporazioni e dei popolani che assisterà alle  gare che si svolgerà il sabato pomeriggio, quello dei nobili con le fiaccole che si snoderà il sabato seraed il grande corteo storico-allegorico con tanti figuranti in costumi d’epoca che accompagnerà Madama Margarita d’Austria. La manifestazione prevederà tanti momenti di intrattenimento con la presenza degli sbandieratori de L’Aquila , di tanti gruppi tamburini e degli artisti della Compagnia del Drago nero che animeranno la scena con un coinvolgenti spettacoli di fuoco e giochi pirotecnici.

Tra le gare tipiche si svolgerà il torneo della “palla grossa”, un gioco simile al calcio storico fiorentino e la “gara del pane” che vedrà sfidarsi sei concorrenti femminili lungo un percorso ad ostacoli con una tavola e sei pagnotte da un chilo ciascuna sulla testa e la “Giostra del Velluto” competizione equestre tra i cavalieri dei Sesti.

Questo fine settimana è il momento giusto per visitare Leonessa, avrete  ‘opportunità di conoscere un grazioso borgo montano con un impianto urbanistico di origine rinascimentale, con preziose opere architettoniche ed artistiche, bandiera arancione a ben mille metri di altitudine posto in un vasto altopiano tra gli Appennini al confine tra Lazio, Umbria e Abruzzo che offre agli appassionati di gite all’aria aperta la possibilità di effettuare splendide escursioni e di godere di buon cibo.

Approvato in consiglio comunale il Programma Straordinario di Ricostruzione del centro storico

«Un passo avanti nella direzione della giusta ripartenza, un altro mattone per la ricostruzione di Amatrice. Gradualmente la nostra città riprenderà forma e vita», ha dichiarato il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi.

Nella seduta di venerdì del consiglio comunale, che si è tenuto presso l’Auditorium della Laga, è stata approvata la modifica del Psr (Programma Straordinario di Ricostruzione) del centro storico, con aggiunta la definizione dei 4 ambiti delle frazioni.

«In questi mesi, da quando ci siamo insediati – ha continuato il sindaco – abbiamo completato, corretto, rivisto, semplificato, i lavori fatti dalla precedente Amministrazione. Il Psr è uno strumento programmatico, previsionale, di futura pianificazione e versatile, che ci consentirà, tra l’altro, di apportare anche ulteriori, successive integrazioni».

«Questo strumento, che sarà trasmesso all’Usr competente per la definitiva approvazione, si aggiunge felicemente al varo del laboratorio, la nostra task-force operativa, composta da tecnici, istituzioni e Comune – ha concluso Cortellesi – considerata un modello da seguire dallo stesso Commissario per la Ricostruzione Legnini. Laboratorio in via di strutturazione con un regolamento che sarà portato al prossimo Consiglio comunale».

Il ministro tedesco Klara Geywitz in visita ad Amatrice

Venerdì mattina in visita ad Amatrice il Ministro tedesco social-democratico (Spd) dell’Edilizia Abitativa e dello Sviluppo Urbano Klara Geywitz. Con lei il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi, il Commissario alla Ricostruzione Giovanni Legnini, Il Sub-Commissario alla Ricostruzione Fulvio Maria Soccodato, l’assessore regionale Claudio Di Berardino, il direttore generale della Regione Lazio Wanda D’Ercole e il direttore generale Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo.

Scopo della visita, verificare lo stato dell’arte della ricostruzione di Amatrice ed in particolare l’avanzamento dei lavori dell’ospedale Francesco Grifoni, finanziato dal governo tedesco, assieme a un gruppo di grandi aziende.

«Siamo onorati di questo incontro e ancora una volta grati per la disponibilità del governo tedesco dimostrata già subito dopo il terremoto che ci ha colpiti», ha dichiarato il sindaco Cortellesi.
«Con il Ministro – ha continuato – abbiamo approfondito tutte le criticità, ma anche sottolineato la ripresa dei cantieri che abbiamo visto direttamente: l’ospedale, il tunnel su corso Umberto I, il Pass Asl e Casa Futuro. Per quanto riguarda l’ospedale Grifoni, i lavori procedono e con le istituzioni stiamo lavorando tutti insieme, ognuno secondo le proprie competenze e responsabilità, per velocizzare il processo ricostruttivo. Come ha evidenziato pure la ministra, un ospedale, situato in area disagiata e servizi moderni come la telemedicina, confermano l’importanza di unire la ricostruzione e lo sviluppo economico ad un Welfare moderno ed efficiente».

«L’intervento sull’ospedale, finanziato con i soldi della ricostruzione per circa 20 milioni di euro e con un contributo del governo tedesco di 6 milioni di euro, è in fase di realizzazione. È bene ricordare che le stesse difficoltà dovute alla complessità dell’intervento, alla pandemia, al caro prezzi non hanno rallentato più di tanto la tabella di marcia dei lavori. Siamo onorati della presenza di un rappresentante istituzionale di un governo europeo che ha mostrato fin da subito gande sensibilità e vicinanza ai cittadini di Amatrice e dell’Italia contribuendo alla ricostruzione di un edificio così importante per il nostro territorio. Abbiamo anche ricevuto apprezzamento per il lavoro fin qui svolto e per quello che si sta facendo per riportare ad Amatrice le migliori condizioni di vivibilità», ha dichiarato in una nota l’assessore alle Politiche per la Ricostruzione, Claudio Di Berardino.

 

Un sito per dire grazie

«Un paese senza memoria è un paese senza futuro»: con queste parole l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi sintetizza il significato del sito web www.amatricericorda.it presentato mercoledì 8 giugno presso l’aula consiliare del Comune di Rieti.

Si tratta di un “Museo virtuale della Memoria“, di un vero e proprio viaggio attraverso il mondo della solidarietà che subito dopo il sisma del 24 agosto 2016 si è messo in moto per Amatrice e per il centro Italia terremotato.

Comuni, Province, Regioni, Stati, forze dell’ordine, Capi di Stato, scuole, gente dello sport, dello spettacolo, dell’associazionismo, semplici cittadini, famiglie, giovani, bambini, in un infinito abbraccio solidale hanno stretto Amatrice e la sua gente, portando aiuti concreti, pensieri di affetto, testimonianze di vicinanza. Migliaia di mail, migliaia di visite nella terra devastata dal sisma, migliaia di sorrisi sono giunti fino alla Città degli Spaghetti da quella notte di agosto: tutto questo Amatrice lo ricorda e oggi lo racconta sulla rete.

Il sito ha il compito di conservare la Memoria di tutto questo e di dire ancora una volta “grazie” a tutti coloro che, in ogni parte del mondo, hanno avuto un pensiero affettuoso per chi soffriva.
Il sito è diviso in sezioni nelle quali sarà raccontata questa infinita mole di amore fraterno e, grazie alla “Mappa della Solidarietà”, interrogabile, ogni luogo d’Italia e del mondo che ha espresso solidarietà per Amatrice sarà georeferenziato.

Inoltre, cliccando su “Scrivici”, chiunque potrà inviare la propria testimonianza di affetto: i mesi che si sono susseguiti dopo il sisma, infatti, sono stati così frenetici che potrebbe mancare qualcosa. Ecco quindi che ciascuno potrà, se lo vorrà, aggiungere pezzi di storia a questo “Museo virtuale”.

«Il sito – dice ancora Sergio Pirozzi – nasce per raccontare e tramandare ai posteri la Memoria. Ripartiamo da qui, dal bene e non dal male».

A Leonessa si gira un film, si cercano comparse

La Vivo Film realizzerà le riprese del progetto “Superluna”, per la regia Federico Bondi, nella zona di Leonessa.

Per il film la produzione ha bisogno dicomparse maggiorenni residenti nella provincia di Rieti di età compresa tra i 18 e gli 85 anni.

Il periodo delle riprese sarà compreso dal 27 giugno al 6 agosto 2022.

Verrà richiesta la disponibilità per più giornate consecutive e il lavoro verrà retribuito.

La produzione incontrerà i candidati il 10 e l’11 giugno dalle h 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.30 c/o L’Hotel Leo di Leonessa.

Oppure per chi non potrà presentarsi personalmente basterà inviare una mail al seguente indirizzo [email protected] allegando:

– FOTO PRIMO PIANO/SELFIE AGGIORNATA AD OGGI

– FOTO FIGURA INTERA SU SFONDO NEUTRO AGGIORNATA AD OGGI

La produzione invita i candidati a segnalare eventuali modelli di auto/scooter/moto di proprietà oppure il possesso di animali domestici.